Michael C. Hall chiude la porta per un possibile spinoff di Dexter

Autore: Luca Nebbioli ,

Nel 2006 veniva messo in onda l'episodio 1x01 di Dexter e, in vista del decimo anniversario, il network americano Showtime che ha dato alla luce lo show ha messo in piedi diverse interessanti iniziative.

Prima fra tutte un video riassuntivo che comprende i momenti più emozionanti che hanno coinvolto #Dexter, #Debra, #Batista e gli altri personaggi di questo thriller.

Advertisement

In queste settimane inoltre è stato aperto un sondaggio sul sito del canale per decretare quale sia l'episodio migliore tra i quasi 100 andati in onda.

Ovviamente tornare a parlare di questo show ha fatto riaccendere un fuoco ormai sopito da tempo nel cuore dei fan dell'efferato killer della Miami Metro Police.

Advertisement

Il desiderio di uno spinoff o addirittura di una nona stagione dello show, porterebbe i fan a fare qualsiasi cosa pur di riavere sul piccolo schermo il topo da laboratorio #Dexter Morgan.

L'attore protagonista della serie ha però prontamente spento gli animi, rivelando fermamente la sua convinzione di non volerne fare parte.

Non sto considerando l'opzione di fare un nuovo spinoff. Se qualche altro attore si prende l'incarico ne sarei ben contento, ma il nuovo Dexter non sarò di certo io.

Delle parole shockanti per gli affezionatissimi ma nascono da un profondo ragionamento dell'attore che non è frutto di qualche screzio sul set.

Il cerchio narrativo di Dexter Morgan ormai si è concluso e non avrebbe senso andare avanti.

Il season finale in effetti aveva posto fine all'oscura doppia vita di #Dexter e, come sottolinea l'attore, forse non sarebbe sensato continuare su quella strada.

Il network però sembra sempre più convinto a continuare il franchise. Su chi si svolgerà la trama del nuovo thriller drama di Showtime?

Advertisement
Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Breaking Bad 15 anni dopo: cos'’è rimasto della serie cult?

Scoprite cosa ci ha lasciato Breaking Bad, che esordiva 15 anni fa sul piccolo schermo negli Stati Uniti sul canale AMC.
Autore: Max Borg ,
Breaking Bad 15 anni dopo: cos'’è rimasto della serie cult?

Sono passati poco più di quindici anni dal debutto di Breaking Bad, che esordì il 20 gennaio 2008 su AMC, che è oggi nel 2023 un canale importante nell’ambiente via cavo americano. All’epoca però AMC era ancora un contenitore di vecchi film americani che aveva appena iniziato a scommettere sulla programmazione originale (Mad Men era arrivato pochi mesi prima). E proprio come quel canale, lo show ideato da Vince Gilligan era qualcosa che era facile sottovalutare a prima vista. 

Furono diversi, infatti, i rifiuti da parte di vari canali televisivi, inclusa la HBO, all’epoca meta privilegiata per progetti ambiziosi con protagonisti moralmente ambigui (o, come disse Gilligan per riassumere l’arco narrativo della sua creazione, “Mr. Chips che diventa Scarface”, ossia la trasformazione di un mite insegnante in un temibile gangster).

Sto cercando altri articoli per te...